Running club

Correre bene per divertirsi

Lo stile di corsa ha un impatto fondamentale sull’ efficienza di corsa e sulla probabilità di infortunio. Per l’efficienza occorre considerare anche altri aspetti fondamentali: una buona stabilità a livello di caviglia/ginocchio/bacino/tronco, un buon livello di  forza e potenza muscolare che determinano un ottimale ritorno di energia elastica durante la fase di spinta.

Per gli infortuni oltre allo stile di corsa occorre considerare sempre una buona capacità di stabilizzazione per evitare che grandi forze siano trasmesse tramite delle leve instabili causando sovraccarico tissutale, ed errori di allenamento, ovverosia un eccessivo o troppo rapido  aumento di intensità, frequenza e durata delle corse.

Non solo: anche se avete perso un po’ di motivazione nella corsa, oppure state rientrando dopo un lungo periodo di stop, o semplicemente se in qualche maniera non siete soddisfatti del modo in cui correte. E’ interessante notare come si dia troppa importanza alla scarpa in cui si corre, mentre si ignora completamente lo stile di corsa. Dite la verità: chi non ha pensato di risolvere un infortunio cambiando scarpa? Quanti invece pensano di cambiare modo di correre? Le evidenze scientifiche sono ormai chiare a riguardo: lo stile di corsa è di gran lunga più importante della scarpa che utilizzate, indipendentemente dal vostro tipo di piede, cioè se siete pronatori o neutri eccetera.

Il life e running coach Marco D’ Agostina collabora con il progetto BENESSERE IN CENTRO dedicandosi a questo settore così specializzato, così delicato, così sottovalutato.

 

 

  • Motivazione e focus sugli obbiettivi: potenziare mente e corpo
  • tecnica di corsa
  • tecniche di allenamento pre e post running
  • personal trainer indoor e outodoor
  • consulenza on line

Chi è Marco

Contatta Marco D’ Agostina