Callanetix

CallanetiX: l’ evoluzione della Callanetics

Un po’ di storia

Questo curioso nome corrisponde una ginnastica creata negli anni ’80 dall’americana Callan Pinckney, una preparatrice atletica con idee molto interessanti. Callan, infatti, era un’ ex ballerina che ha ballato in tutto il mondo per anni prima di tornare in America in una sedia a rotelle con problemi di schiena e di ginocchio. Ha sperimentato diverse forme di esercizio per guarire se stessa prima di rivolgersi alla sua precedente esperienza di balletto. Ha sviluppato la tecnica di usare movimenti piccoli e precisi, che ha curato i suoi problemi fisici.

 

Ha quindi iniziato a insegnare il metodo ad altri e ha scritto un libro “Dieci anni più giovani in dieci ore”, che è diventato molto popolare dopo la sua uscita nel 1986.

La Callanetics (italianizzata dagli anni ottanta in “Callanetica”), è un termine che deriva dal greco Kalòs (bello), si basa su un principio sincretico, vale a dire che prende vari esercizi provenienti da diverse discipline come la danza, lo yoga e il tai-chi e li integra in un’unica sessione di lavoro. Non si tratta quindi di una novità, ma di un metodo che da oltre 30 anni è utilizzato con soddisfazione da migliaia di donne.

 

 

 

 

Perchè funziona
La disciplina basa il suo segreto sull’attivazione dei muscoli più profondi del corpo, quelli più grossi e potenti che interagiscono con tutti i muscoli circostanti. Gli esercizi si eseguono assumendo, per ogni singolo muscolo, una precisa posizione che mette in tensione isometrica il muscolo stesso secondo la propria funzione articolare (isometrica = contrazione senza allungamento o accorciamento muscolare). Su detta posizione si eseguono delle contrazioni isotoniche con movimenti brevi e precisi (isotonica = contrazione che prevede l’accorciamento delle fibre muscolari). Questa metodica somiglia al lavoro muscolare prodotto da un elettrostimolatore. La concentrazione isometrica è quella tipica del Pilates, mentre quella isotonica è quella che si genera attraverso il movimento. La combinazione delle due ha effetti intensi sulla circolazione linfatica e su quella venosa. Non c’è inoltre acido lattico perché si tratta di un’attività anaerobica.

Tecnicamente possiamo fare un parallelo con il parto. Un ciclo annuale di allenamento, come una gestazione, dura 9 mesi e come una gravidanza presuppone una crescita, non del feto, ma nel caso delle allieve, della loro consapevolezza del sé, inteso come corpo e controllo dei propri movimenti.

La Callanetix armonizza il nostro corpo, perché armonizza il nostro IO con il nostro corpo, rendendoci più consapevoli, anche nella vita quotidiana della nostra muscolatura e di quello che stiamo attivando con un certo movimento.

I risultati
L’effetto principe della CallanetiX è il rimodellamento delle forme naturali del corpo e la conseguente eliminazione delle sproporzioni. Si tratta di un’attività che non punta a far perdere peso ma a far perdere centimetri dove ci sono gli eccessi.
La CallanetiX coinvolge tutti i gruppi muscolari, che riacquistano tono senza andare incontro all’ipertrofia, ovvero senza gonfiarsi.
Il fatto di essere un’attività anaerobica rende la CallanetiX “appetibile” a chiunque, senza distinzioni di età, in quanto la fatica è limitata e i risultati davvero sorprendenti.

L’ evoluzione

CallanetiX rappresenta lo sviluppo del metodo nato negli anni ’80. Questi sono i punti essenziali:

  • precisione e controllo del movimento: l’ insegnante controlla e corregge ogni piccolo dettaglio, unico modo per avere la reale efficacia
  • routines di esercizi evoluti
  • allenamento aerobico – anaerobico integrato: ogni allieva può affiancare al percorso CallanetiX sedute personalizzate individuali di allenamento aerobico e funzionale, sempre a corpo libero

 

Manuale Magrinforma

Scarica e leggi il manuale Magrinforma. E’ gratuito